Cosa fare a Hallowen 2024 a Napoli

Scopri cosa fare ad Halloween 2023 a Napoli: i luoghi e gli eventi più suggestivi e tenebrosi della città.
Lasciati conquistare dalla Napoli esoterica!

Cosa fare ad Halloween a Napoli? Dove si festeggia Halloween a Napoli? Sono queste le principali ricerche online di turisti e cittadini, desiderosi di non farsi trovare impreparati durante la tanto attesa notte delle streghe!

Scopri dove andare ad Halloween 2024 a Napoli e vivi appieno una delle città più esoteriche del nostro Paese: dalla visita alla tomba del Conte Dracula al Cimitero delle Fontanelle; dal tour in zattera nei meandri della Galleria Borbonica al Museo delle Torture. I brividi non mancheranno!

5 cose da fare ad Halloween a Napoli 2023

Cimitero delle fontanelle

Cimitero delle Fontanelle

Un ex-ossiario di 3000 mq contenente i resti umani di circa 40.000 persone, situato nel cuore della Sanità. Qui, tra le mura di uno dei quartieri più ricchi di storia e tradizione, sorge il Cimitero delle Fontanelle, luogo di misticismo e cultura, dove le avversità di numerosissime vittime della peste e del colera si sono fuse con anni e anni di racconti e superstizioni del folclore napoletano.

In questo posto unico al mondo, potrai scoprire il noto rito delle “anime pezzentelle”, che consisteva nell'adozione e sistemazione, in cambio di protezione, di un cranio (detta ‘capuzzella’), al quale corrispondeva un'anima abbandonata (detta perciò «pezzentella»).

Quando riaprirà il Cimitero delle Fontanelle attualmente chiuso per motivi di sicurezza? L'apertura è prevista per l'inizio del 2024 ma potrebbe esserci un prologo durante le festività natalizie.

Tomba di Dracula con candele

Tomba di Dracula

Sapevi che a Napoli è sepolto il vampiro più conosciuto della storia? Ebbene sì: pare proprio che la tomba del Conte Dracula si trovi nel Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova. Da valide ricostruzioni, infatti, si denota che il conte non sia deceduto in guerra, ma catturato dai Turchi, che lo avrebbero poi rilasciato alla figlia Maria, residente a Napoli, in seguito a un riscatto.

Evento della Galleria Borbonica in zattera ad Hallowen

Tour in zattera
alla Galleria Borbonica

Un tenebroso tour notturno in zattera nelle viscere della Galleria Borbonica a Napoli, ti aspetta nelle notti di Halloween! Una piccola cisterna delimiterà l’ingresso del percorso, raggiungibile mediante un breve cunicolo, da dove ammirare alcune lavorazioni idrauliche di straordinaria fattura, oltre alle croci incise nella malta, legate al duro lavoro del pozzaro. Un tour reso ancora più 'magico’ al ritorno nella Galleria Borbonica, dove si passerà attraverso uno stretto cunicolo e si scenderà nella grande cisterna.

Da qui ci si imbarcherà su una zattera che navigherà lungo la falda acquifera sotterranea di Napoli, nella galleria abbandonata (e mai completata) della linea L.T.R. (Linea Tranviaria Rapida).

A fare da incredibile cornice al tour, considerevoli frammenti di statue, auto e moto d’epoca ritrovate sotto i detriti.

Museo delel torture a Napoli

Museo delle torture

Dove andare ad Halloween 2023 a Napoli? Nella notte più paurosa dell’anno, una visita al Museo delle Torture, la più suggestiva esposizione di strumenti di tortura del Sud Italia, è sicuramente tra le mete più a tema. L'orrore e la conoscenza dei più svariati strumenti atti al martirio, fanno riflettere su quanto le abominevoli azioni della storia degli uomini, possano essere di gran lunga più raccapriccianti di qualsiasi pellicola horror.

La collezione include oggetti rari risalenti al XVI – XVII – XVIII sec., ma anche ricostruzioni del tardo Ottocento- inizi Novecento, di strumenti di tortura originali, impiegati durante l'Inquisizione medioevale, spagnola e romana.

La mostra racconta con orgoglio di come il popolo napoletano si oppose all'insediamento dell'Inquisizione a Napoli, imposta dal viceré spagnolo Don Pedro de Toledo. Una ribellione, guidata da Tommaso Aniello di Sorrento, che costò la vita a 2000 persone, ma che liberò Napoli dai processi inquisitori.

Napoli Sotterranea

Napoli esoterica

Storie e misteri tra i vicoli della città. Il popolo napoletano ha da sempre un legame molto forte con il mondo dei defunti, così come ad esempio si denota dal culto delle anime pezzentelle, al profondo rispetto verso il miracolo del sangue sciolto di San Gennaro.

Gli eventi da non perdere ad Halloween a Napoli 2024

sab, 2 marzo 2024 - Una notte al museo con il Munaciello all’Archivio storico del Banco di Napoli

Scopri dove andare ad Halloween 2023 a Napoli, con la lista della TOP 10 dei luoghi più esoterici della città:

  • Cappella Sansevero: luogo legato alla figura del Principe Raimondo di Sangro alle cui capacità alchemiche ed esoteriche, si devono, secondo la leggenda, l'esecuzione del Cristo Velato e delle Macchine Anatomiche.
  • Palazzo degli Spiriti: situato a Marechiaro, fu realizzato nel I secolo a.C. Deve il suo nome ad alcune leggende sui fantasmi che lo abitano.
  • Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco: posto in cui è preservato il teschio di Lucia (nota anche come ‘teschio col velo), un’anima pezzentella a cui i credenti si rivolgono per ottenere una grazia legata soprattutto all’amore.
  • Sangue di San Gennaro: il patrono della città, cui reliquie sono conservate nel Duomo insieme al suo presunto sangue, custodito in due antiche ampolle, che vengono mostrate al pubblico solo tre volte l’anno (il sabato che precede la prima domenica di maggio, il 19 settembre ed il 16 dicembre), ossia nelle date in cui avverrebbe il miracolo.
  • Obelisco dell’Immacolata: sito in Piazza del Gesù, fu realizzato nel XVIII secolo dai gesuiti. Si narra che sul marmo della guglia ci siano dei simboli blasfemi che richiamano la morte e le sembianze di un volto di uno scheletro.
  • Napoli Sotterranea: costruita per la prima volta dai greci, questi sotterranei furono poi utilizzati come rifugio durante la Seconda Guerra Mondiale, periodo in cui si diffuse la credenza che fossero abitati dal fantasma dispettoso del Munaciello (che altro non era che il pozzaio che passava da quei canali e indossava un saio!)
  • Chiostro di Santa Chiara: il mito narra che il fantasma della Regina Giovanna vaghi sconsolato nel chiostro ed appaia ogni anno all’anniversario della sua morte con un terribile (e temibile!) aspetto.
  • Piazza San Domenico Maggiore: tra l’obelisco e la Cappella Sansevero, la leggenda narra che si aggira il fantasma di Maria d’Avalos, uccisa dal marito (e cugino) Principe Carlo Gesualdo da Venosa dopo che questi ha scoperto il tradimento della donna.
  • Chiesa della Pietrasanta: costruita dal Vescovo Pomponio per combattere i riti pagani per la dea Diana, cui culto era seguito dalle donne ‘streghe’. Da qui nacque la leggenda sulla presenza di un Diavolo travestito da maiale che girovagava nelle strade vicine spaventando gli abitanti. Per questo il Vescovo fece erigere il monumento dove ogni anno veniva sgozzato un maiale per scacciare il maligno. Si narra inoltre, che nelle fondamenta ci sia anche una Pietra Santa che dona l’indulgenza e che il Papa Evaristo sia sepolto sotto la chiesa. Il mito racconta che ogni 27 ottobre, giorno della sua commemorazione, in piazza si diffonde una magica sensazione di benessere.
  • Cimitero delle Fontanelle: sito in Forcella e noto per il culto delle anime pezzentelle (vedi paragrafo sopra).